Oltre il Mare: primo rapporto sui Corridoi Umanitari in Italia - CARITAS TARVISINA

Oltre il Mare: primo rapporto sui Corridoi Umanitari in Italia

Nella maggior parte dei Paesi europei, le norme mirano a restringere sempre di più le possibilità di ingresso legale. Questa limitazione genera un paradossale circolo vizioso per cui politiche restrittive contribuiscono ad aumentare gli ingressi irregolari e di conseguenza l’ostilità degli autoctoni nei confronti dei migranti generando ulteriori politiche restrittive.

È possibile interrompere questo circolo vizioso? I corridoi umanitari sono una delle possibili risposte promosse della Chiesa italiana.

Scarica OLTRE IL MARE, il rapporto di Caritas Italiana sui Corridoi umanitari.


articoli correlati

Carità e profezia

Percorso formativo intervicariale per i volontari delle Caritas parrocchiali Il cammino sinodale della nostra Diocesi e i continui appelli che ci vengono da Papa Francesco ci stimolano a comprendere come la carità è la profezia che parla all’uomo di questo tempo, che è capace di leggere i segni dei tempi condividendo gioie e dolori con

Un anno di AVS in Caritas

Maggio 2017. Stavo giungendo al termine del mio percorso universitario in Scienze dell’Educazione e dentro di me sentivo un fermento di pensieri ed emozioni. Mentre studiavo per sostenere gli ultimi esami, stavo preparando anche valigia, mente e cuore in vista del tirocinio che avevo deciso di svolgere all’estero, in Bolivia, e dovevo decidere se e

Volontari Caritas 2018: grazie!

In occasione della serata della “serata del grazie”, momento dedicato ai nostri volontari, riportiamo una breve sintesi del lavoro svolto nel 2018. Parlare di numeri quando si desidera  raccontare l’umanità e la gratitudine può sembrare strumentale ma continua ad essere motivo di orgoglio per noi poterci fermare, ogni tanto, e fare il punto sul fiume

Un anno con Caritas Tarvisina

Abbiamo fatto tre domande ad alcuni amici di Caritas: “Cos’è per te Caritas?” “Quale cammino avete fatto insieme?” “Quali sono i segni di gioia che ha lasciato questo cammino?” Ecco le risposte!