Caritas tarvisina, "sempre con i poveri anche in questo tempo difficile" - CARITAS TARVISINA

Caritas tarvisina, “sempre con i poveri anche in questo tempo difficile”

L’emergenza coronavirus sta toccando profondamente la vita delle persone e della comunità. In questo cambiamento di scenario i poveri sono coloro che concretamente rischiano di essere ancora più poveri. La priorità della sicurezza sanitaria non sempre si concilia con le relazioni di prossimità e di aiuto con chi è in difficoltà.
Come Caritas Diocesana, nel rispetto delle norme di sicurezza, si è cercato di mantenere viva questa attenzione e solidarietà concreta verso i poveri. Le nuove regole hanno limitato l’apporto del volontariato. Per alcuni servizi di relazione, come il centro di ascolto, sono state modificate le modalità, passando dalla forma del dialogo in presenza al colloquio telefonico. Altri servizi come accoglienza notturna, mensa e docce sono stati garantiti dal lavoro degli operatori che con grande impegno e coraggio si sono messi in gioco per non lasciare che chi è in difficoltà scivolasse nelle paludi dell’abbandono e dell’isolamento.
Un’ azione caritativa molto importante che si fonda sulla centralità della persona. A partire da questa e per ridurre il più possibile le possibilità di contagio, si è trasformata l’accoglienza notturna e il servizio di mensa in una modalità di vita comunitaria (24 h) dove creare un ambiente di sicurezza per 22 persone in difficoltà. È una ulteriore fatica, ma è il tentativo concreto di rispondere ai bisogni dell’uomo in forme e modalità che sono consone al tempo e alle situazioni che viviamo.
Tutto ciò è reso possibile anche dal sostegno economico di Caritas Italiana che sostiene le singole caritas diocesane nella loro opera di prossimità. Gesù ci ricorda che i poveri li avremo sempre con noi, anche in tempo di coronavirus. Ognuno di noi è chiamato a non dimenticarsi dei poveri. Lo può fare con la preghiera, con un gesto di prossimità attraverso una telefonata a chi è solo o provvedendo a fare la spesa per le persone che sono impossibilitate ed è anche possibile sostenere l’opera della caritas diocesana attraverso una donazione.
Per sostenere concretamente l’attività di Caritas in questa emergenza puoi effettuare una donazione attraverso 
Credito Trevigiano Iban: IT57H0891712000029003332341 Intestato a Carità Diocesana di Treviso – ONLUS Causale “Emergenza Coronavirus” – oppure tramite sito www.caritastarvisina.it alla voce “contribuisci”.
L’offerta è fiscalmente deducibile.


articoli correlati

Indicazioni per Caritas parrocchiali COVID-19

Carissimi referenti delle Caritas parrocchiali, nel rispetto delle recenti disposizioni adottate dal governo a contrasto della diffusione del COVID-19, vi comunichiamo di seguito le indicazioni della Diocesi per quanto riguarda i servizi e le attività Caritas. 1) Centri di ascolto e centri di distribuzione, se ritenete di mantenere aperto lo sportello di ascolto e di

CORONAVIRUS – Indicazioni per le Caritas parrocchiali

In relazione al Corona Virus, si informano i volontari delle caritas parrocchiali che svolgono servizio presso i centri di ascolto e i centri distribuzione, che tenuto conto del criterio dell’affollamento, non ci sono al momento indicazioni restrittive per una chiusura del servizio. Tuttavia avendo a che fare con delle persone che sovente presentano fragilità e

Inaugurazione Scuola in Mali

Dal 30/01 all’8/02 una delegazione della nostra Caritas è stata in Mali in occasione dell’inaugurazione della Scuola che abbiamo costruito con i fondi dell’8×1000. Si tratta di un complesso scolastico nel villaggio di Toukoto con 3 indirizzi: formazione agro-pastorale, liceo e centro formazione professionale. Sono stati acquistati inoltre 20 ettari di terreno che serviranno alla formazione

A PROPOSITO DI POVERTÀ – Dal Rapporto Oxfam 2020

A PROPOSITO DI POVERTÁ Dal Rapporto Oxfam 2020 Il povero è una persona che non sceglie di vivere in quella determinata situazione ma che ci si trova per cause di forza maggiore. Può essere rappresentato da chiunque, in qualsiasi momento della vita e quando meno ci si aspetta. La povertà, in sé, è uno status