Buon Natale dalle Chiese Sorelle - CARITAS TARVISINA

Buon Natale dalle Chiese Sorelle

Le Chiese Sorelle ci mandano calorosi auguri di Buon Natale! e non solo, ci raccontano anche come stanno vivendo questo periodo.

Dalla Serbia ci salutano e ringranziano l’equipe e i volontari della Caritas di Valjevo, che collaborano nel progetto ARKA, il vescovo di Belgrado Stanislav Hočevar e Don Grzegorz Chuder. Vedi QUI il video completo.

Dal Togo riceviamo gli auguri da Don Francis Barandao e i bambini accolti dal progetto “Emmanuel” a Niamtougou, nella diocesi di Kara. Vedi QUI il video completo.

Dal Mali ci saluta con affetto Amadou Tounkara, ex operatore di Caritas Tarvisina, che segue il progetto “Coltiviamo la Speranza“. Vedi QUI il video completo.

E con questa immagine del presepio della nostra sede anche noi auguriamo a tutti loro e a tutti voi un Buon Santo Natale.


Ultime notizie

Corsa dei Miracoli 2021

Un’iniziativa dedicata a bambini e ragazzi che si impegnano, a scuola, in una corsa di solidarietà. L’iniziativa originale prevedeva una corsa di gruppo, nella quale per ogni chilometro percorso dai bambini e ragazzi, uno sponsor (famiglie, amici…) si impegnava a versare un importo per sostenere un progetto di Caritas. Purtroppo la pandemia in atto non

Farmaci e un ventilatore pulmonare per l’ospedale “Ntongo Etani” per i 100 anni di evangelizzazione in R.D. Congo

Per la celebrazione dei 100 anni di evangelizzazione nella Diocesi di Bondo (Repubblica Democratica del Congo) è stata raccolta una donazione e inviata al vescovo Etienne Ung’eyowun. Quest’offerta ha permesso di acquistare dei farmaci e un ventilatore polmonare per l’ospedale “Ntongo Etani”, il quale aveva ricevuto dalla Caritas un contributo per la sua costruzione nel

DACCI OGGI IL NOSTRO PANE QUOTIDIANO: SENZA UNA CULTURA DELLA CURA NON CI SARÀ UNA SOCIETÀ PACIFICA E COESA.

Continua la campagna Caritas-FOCSIV “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”. «In molte parti del mondo occorrono percorsi di pace che conducano a rimarginare le ferite, c’è bisogno di artigiani di pace disposti ad avviare processi di guarigione e di rinnovato incontro con ingegno e audacia». Un appello che papa Francesco ha lanciato nell’enciclica Fratelli tutti