COMUNITÀ ACCOGLIENTI: LIBERI DALLA PAURA. SECONDO GIORNO - CARITAS TARVISINA

COMUNITÀ ACCOGLIENTI: LIBERI DALLA PAURA. SECONDO GIORNO

La mattinata di oggi si è aperta con l intervento del docente universitario Vincenzo Sorrentino autore del libro ‘Aiutiamoli a casa nostra’.
Ci ha aiutato a comprendere cosa significa oggi essere ‘liberi dalla paura’ portandoci a riflettere su un concetto ancora più profondo ovvero l’ essere ‘liberi da un contesto’.
Oggi siamo chiamati ad essere liberi da un contesto che non sentiamo nostro e che rischia di renderci prigionieri.
Ci ha invitato a fare molta attenzione all insensibilità alla sofferenza.
Ci ha spronato a liberarci dalla paura dell’altro, per favorire ponti tra la nostra esistenza e la vita di tanti altri per assaporare la comunione.
Solo così è possibile fare esperienza di Bellezza, che ci sprona ad uscire da noi per riconoscere il bello che c è intorno a noi.

 


articoli correlati

“Prendete il largo e gettate le reti”…un invito che si rinnova

Domenica 10 marzo la Casa della Carità ha visto riunirsi i giovani avs (Anno di Volontariato Sociale) degli ultimi anni, in occasione della memoria di S. Massimiliano (12 marzo), patrono degli obiettori di coscienza. Questo appuntamento, che si ripete da due anni, ha lo scopo prezioso di ritrovarsi tra giovani compagni di sevizio, di raccontarsi

M’illumino d’impegno 2019. Racconto di un’esperienza

Dalla sera di venerdì 22 al pomeriggio di domenica 24 febbraio circa 145 tra ragazzi, animatori e capi scout hanno partecipato a M’illumino d’impegno: un week-end di servizio, formazione, condivisione e preghiera  proposto dalla Pastorale Giovanile diocesana e dalla Caritas Tarvisina. Il venerdì, dopo la cena condivisa assieme, ci siamo recati presso la chiesa di

“Comunità accoglienti: liberi dalla paura”

  Il 15,16,17 febbraio, circa 400 persone si incontreranno da ogni parte d’Italia e da 38 nazioni, si incontrano a Sacrofano-Roma per il Meeting “Comunità accoglienti: liberi dalla paura”. All’iniziativa, organizzata da Caritas Italiana, Fondazione Migrantes e Centro Astalli, partecipa anche una delegazione della Diocesi di Treviso, 19 persone che hanno aderito alla progettualità di

Solidarietà a padre Alex Zanotelli

Oggi vogliamo esprimere la nostra solidarietà a padre Alex  Zanotelli che ha ricevuto un attacco mediatico da parte del ministro degli Interni. Padre Alex (comboniano) è il più noto missionario italiano, ha dedicato tutta la vita alla missione e continua nella sua opera, sempre giocata in prima linea: in Africa (dapprima Sudan, poi Kenya), alla