EMERGENZA CENTRO EUROPA: LA CARITAS SI ATTIVA - CARITAS TARVISINA

EMERGENZA CENTRO EUROPA: LA CARITAS SI ATTIVA

Caritas Italiana, insieme alla rete delle Caritas nazionali europee e delle Chiese locali, si stringe in soccorso delle popolazioni dell’Europa centrale, colpite da una gravissima ondata di maltempo. In particolare in Repubblica Ceca si registrano gravissimi danni, con allagamenti, morti e dispersi, ma anche in Germania, Austria, Svizzera la situazione è particolarmente allarmante.

L’ufficio Emergenze della Caritas della Repubblica Ceca ha attivato una raccolta di generi di prima necessità e fondi, stanziando anche aiuti finanziari per più di 60 mila euro, destinati ai primi interventi. Sono stati messi a disposizione delle popolazioni colpite più di 500 pompe idrovore, generatori elettrici, quasi 2.000 kit di pronto intervento e più di un migliaio di disinfettanti e detergenti. Grazie alle parrocchie e alla rete ecclesiale locale sono stati messi a disposizione centri di accoglienza e magazzini per le categorie più vulnerabili, con il contributo di centinaia di volontari.

Nella città di Praga la Caritas diocesana ha attivato la struttura di via Londra, dove mons. David Flak sta coordinando i volontari sul campo, impegnati nell’assistenza alle vittime, nella raccolta e distribuzione di generi di prima necessità.

La Caritas di Litomerice ha messo a disposizione 60 posti letto nella sua struttura di Lito, sulla collina di Dom, mentre nel centro di distribuzione in Piazza Duomo stanno distribuendo sacchi a pelo, coperte, biancheria da letto, pale e scope, guanti, ma anche giocattoli per i più piccoli.

Anche a Ceco Budejovice la Caritas diocesana con decine di volontari è impegna nei soccorsi e sta fornendo aiuti di prima necessità.

La Caritas di Plzen, infine, ha attivato i suoi volontari per un servizio di emergenza con linea telefonica dedicata, dove operatori specializzati nel supporto psicosociale ascoltano e coordinano gli interventi, in collaborazione con gli uffici comunali.

Ma la solidarietà arriva da tutto il paese, non solo dalle Caritas diocesane colpite. In particolare dalla Boemia orientale, dalla Caritas regionale di Red Kostelec, di Hradec Králové di Trutnova e Kings Court,  Moravia c’è disponibilità per aiuti immediati e per un impegno anche nella successiva fase di riabilitazione. Anche dalla Caritas Diocesana Ostrava-Opava e Caritas Olomouc e Brno, sono arrivati segnali di solidarietà. “Le famiglie colpite dalle alluvioni dello scorso anno sono pronte a fornire generi di prima necessità, come abbigliamento e prodotti per la pulizia” ha dichiarato Luke Curylo, direttore della Caritas Ceca, che ha poi aggiunto: “Stiamo per inviare nelle zone colpite 30 squadre che aiuteranno le persone non solo per la pulizia e sistemazione, ma anche per il primo soccorso psicologico e il monitoraggio dei bisogni”.


articoli correlati

COVID-19: nuovo monitoraggio Caritas su povertà e risposte ai bisogni

Il 2 luglio di 49 anni fa, fortemente voluta da San Paolo VI, nasceva Caritas Italiana. In questi decenni ha sempre cercato, in fedeltà al mandato ricevuto, di essere – come ha sottolineato papa Francesco in occasione del 45° – “stimolo e anima perché la comunità tutta cresca nella carità e sappia trovare strade sempre nuove per farsi vicina

NOTA CARITAS DIOCESANA SUGLI INDUMENTI USATI

Premessa La raccolta degli indumenti usati e la distribuzione alle persone in difficoltà è stato uno dei primi servizi che si è strutturato nelle caritas parrocchiali e anche nella Caritas Diocesana. La Caritas Diocesana ha raccolto gli indumenti usati attraverso delle raccolte straordinarie a livello diocesano e attraverso i cassonetti gialli dislocati nel territorio. Il

We the Syrians: Proposta di Pace per la Siria

La Proposta di Pace “Noi siriani” è il risultato di anni di lavoro delle comunità di rifugiati siriani nel nord del Libano e in tutto il mondo, di civili che non appartengono a fazioni politiche e credono ancora in mezzi nonviolenti per porre fine alla guerra in Siria e tornare alle loro case. Il nostro

Le nostre croci, i nostri sorrisi: volontari Caritas che vogliamo ricordare

Dodici croci. Quelle segnalate dalla Caritas per le quali operavano. Dodici persone comuni. Dodici cristiani della porta accanto. Dal sorriso caloroso. Dall’incomprimibile, mai sbandierata attitudine a piegarsi sull’altro, il bisognoso, il povero, il marginale. Il fratello. Dodici uomini e donne che si sono donati. Con semplicità. Nella quotidianità. Perché sì, se te lo chiede la