Scuole secondarie di secondo grado - CARITAS TARVISINA

Scuole secondarie di secondo grado

“L’isola che non c’è”

Il progetto “L’isola che non c’è”, giunto alla sua seconda annualità, nasce dalla esperienza nelle scuole di questi anni di Caritas Tarvisina.

Il tempo che stiamo vivendo ha messo a nudo le nostre debolezze e le nostre fragilità, anche dal punto di vista educativo. Abbiamo toccato con mano come molte delle nostre sicurezze poggiavano su radici fragili e delicate. È importante che ripartiamo proprio da qui, da queste radici. L’opera educativa per essere generativa deve partire dalla propria fragilità e delicatezza. Educare significa aiutare ragazzi e giovani a cogliere la forza straordinaria che è contenuta nel grembo della loro fragilità. È fondamentale partire dalla verità, dall’essere di ciascuno per far emergere da ognuno la bellezza della sua libertà e la gioia di vivere la responsabilità di custodire e promuovere il bene comune. Educare significa entrare in punta di piedi dentro la vita di ragazzi e giovani, cogliendo che ogni persona, ogni storia è sacra.

Si educa con delicatezza e fermezza. L’educazione chiede autorevolezza, non forme autoritarie ed impositive. “L’isola che non c’è” racchiude alcuni percorsi formativi che hanno come obiettivo quello di dare qualche spunto a ragazzi e giovani, perché sperimentino il desiderio di vivere come cittadini liberi e sovrani. Vuole essere un modo semplice con cui Caritas fa rete con il mondo della scuola nella grande sfida educativa. Per combattere la povertà educativa siamo chiamati ad offrire quegli strumenti perché ognuno faccia emergere da dentro il BELLO, il VERO, il BUONO che lo abita. Educare, anche in questa nuova epoca storica, deve restare sempre un compito, una missione che ci fa battere forte il cuore.

L’offerta formativa per l’a.s. 2021-2022 e il report dell’a.s. 2020-2021 sono disponibili (vedi link ai documenti sotto).


contatti box
Persone di contatto

 

Francesco Zanon

scuole.caritas@diocesitreviso.it

340 3763088