Un'estate di condivisione: “IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” CAMPO IN PUGLIA SULLE TRACCE DI DON TONINO BELLO CON PAX CHRISTI - CARITAS TARVISINA

Un’estate di condivisione: “IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” CAMPO IN PUGLIA SULLE TRACCE DI DON TONINO BELLO CON PAX CHRISTI

“IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” CAMPO IN PUGLIA SULLE TRACCE DI DON TONINO BELLO CON PAX CHRISTI

Dal 20 al 25 agosto ho partecipato ad un campo itinerante in Puglia sulle tracce di don Tonino Bello. Prima di partire ero un po’ agitata perché sapevo che mi aspettavano 5 giorni intensi con persone che non conoscevo, ma ero curiosa di sapere come sarebbe stata questa avventura. Il campo era organizzato da Pax Christi che è un movimento cattolico che non conoscevo e non sapevo bene di cosa si occupasse.

Fin dal primo giorno mi sono subito trovata bene con compagni di viaggio e attività proposte. Il campo era prettamente formativo e, più passavano i giorni, più risultava impegnativo perché il carico di notizie, emozioni e testimonianze ricevute erano sempre tantissime e tutte molto molto belle. Nei vari giorni abbiamo potuto approfondire la conoscenza della figura di don Tonino Bello grazie a persone che hanno vissuto con lui e che avevano il desiderio di farci conoscere questo personaggio che nella sua vita ha donato molto agli altri.

Tutte le giornate sono state molto cariche ma abbiamo anche avuto modo di rilassarci nel meraviglioso mare della Puglia.

Questi 5 giorni sono stati molto preziosi per entrare nella vita di quest’uomo che ha donato tanto e ancora adesso, grazie alle testimonianze di chi lo ha conosciuto, continua ad insegnare il vero amore per gli altri.

 

Sara


articoli correlati

Oltre il Mare: primo rapporto sui Corridoi Umanitari in Italia

Nella maggior parte dei Paesi europei, le norme mirano a restringere sempre di più le possibilità di ingresso legale. Questa limitazione genera un paradossale circolo vizioso per cui politiche restrittive contribuiscono ad aumentare gli ingressi irregolari e di conseguenza l’ostilità degli autoctoni nei confronti dei migranti generando ulteriori politiche restrittive. È possibile interrompere questo circolo

Terremoto in Abruzzo: 10 anni dopo.

Alle 3:32 del 6 aprile 2009 l’Abruzzo veniva colpito da un devastante terremoto che lo mise in ginocchio. La rete Caritas si attivò prontamente per rispondere ai bisogni immediati, ma anche per rimanere accanto alla popolazione una volta che i “riflettori si spensero”. La sfida è stata, da un lato quella di ricostruire delle città e

“Prendete il largo e gettate le reti”…un invito che si rinnova

Domenica 10 marzo la Casa della Carità ha visto riunirsi i giovani avs (Anno di Volontariato Sociale) degli ultimi anni, in occasione della memoria di S. Massimiliano (12 marzo), patrono degli obiettori di coscienza. Questo appuntamento, che si ripete da due anni, ha lo scopo prezioso di ritrovarsi tra giovani compagni di sevizio, di raccontarsi

M’illumino d’impegno 2019. Racconto di un’esperienza

Dalla sera di venerdì 22 al pomeriggio di domenica 24 febbraio circa 145 tra ragazzi, animatori e capi scout hanno partecipato a M’illumino d’impegno: un week-end di servizio, formazione, condivisione e preghiera  proposto dalla Pastorale Giovanile diocesana e dalla Caritas Tarvisina. Il venerdì, dopo la cena condivisa assieme, ci siamo recati presso la chiesa di