Il Vescovo in visita alla casa di Varago - CARITAS TARVISINA

Il Vescovo in visita alla casa di Varago

“…oltre ad un pasto caldo e dove dormire, ci offre la possibilità di ricevere solidarietà da parte di persone che dedicano parte del loro tempo alle nostre necessità e allo stare insieme.”

 

Sono queste le parole semplici ed efficaci che raccontano di una delle comunità della nostra diocesi che, da molti anni ormai, ha saputo cogliere l’appello all’accoglienza e a farsi segno di una Chiesa che ‘ama con i fatti più che con le parole’. Solidarietà fatta non di un dare ciò che avanza ma ricca del condividere ciò che si ha.

Nella parrocchia di Varago domenica 26 novembre, volontari e ospiti della casa di accoglienza per ex-detenuti “Il Sicomoro”, hanno aperto le porte alla visita del nostro Vescovo Mons. Gianfranco Agostino Gardin.

Si è potuto gustare non solo un buon banchetto domenicale ma soprattutto della semplicità di un pasto in “famiglia”.

Dal calore di questa giornata insieme si può cogliere che l’essenza dell’accoglienza, soprattutto nelle nostre comunità cristiane, debba muovere innanzitutto dalla conoscenza; è nel conoscersi, accorciando le distanze, che ci si ri-conosce nella fratellanza che ci unisce.

Nella gratitudine per questa giornata, e certi che il frutto della fratellanza possa maturare all’interno delle nostre comunità ed in particolare per la Casa di accoglienza di Varago, è stato compiuto il gesto della piantumazione di un alberello di melograno da parte del Vescovo.

Questa pianta sia l’augurio per quanti abitano e abiteranno questa casa affiché sia luogo di fertilità, abbondanza e rinascita per le loro vite.


Ultime notizie

Rapporto “Dentro il Welfare che cambia”

Il rapporto “Dentro il Welfare che cambia. 50 anni di Caritas, al servizio dei poveri e della Chiesa”, realizzato in circa due anni di lavoro, raccoglie e sistematizza una notevole quantità di materiale analitico, documentale, narrativo, statistico su quanto Caritas Italiana, insieme alle Caritas diocesane, ha svolto in Italia e a livello internazionale, al servizio della Chiesa

EMERGENZA UCRAINA: il nostro impegno

L’impegno della Caritas diocesana e il modello di accoglienza di comunità proposto nel nostro territorio (aggiornamento 07/07/22)   CONTATTI Telefono dedicato 345 58 32 774 (da lunedì a venerdì, dalle 8:30 alle 14) emergenzaucraina@diocesitreviso.it   ACCOGLIENZA Caritas Tarvisina è coinvolta nell’accoglienza dei profughi ucraini nel nostro territorio in collaborazione con la Prefettura di Treviso e

Accoglienze cittadini ucraini: non spegniamo la solidarietà

ACCOGLIENZE: NON SPEGNIAMO LA SOLIDARIETÀ L’appello del Papa e del Card. Zuppi ad accelerare le procedure e sbloccare le risorse per accogliere i cittadini ucraini Nel giorno in cui si celebra San Benedetto, co-patrono d’Europa, il Card. Zuppi ha fatto sue le parole di Papa Francesco all’Angelus: “Che Dio mostri la strada per porre fine

Prosegue l’accoglienza dei cittadini ucraini

Alcuni hanno scelto di fare ritorno in patria. Nel progetto Caritas sono attualmente 142 le persone accolte, tra cui 66 minori. Sono soprattutto donne con figli. L’estate servirà a capire, con incontri mirati, se il loro futuro sarà nel nostro Paese Sono 144.838 le persone in fuga dal conflitto in Ucraina arrivate finora in Italia,