Indicazioni per Caritas parrocchiali COVID-19 - CARITAS TARVISINA

Indicazioni per Caritas parrocchiali COVID-19

Carissimi referenti delle Caritas parrocchiali,

nel rispetto delle recenti disposizioni adottate dal governo a contrasto della diffusione del COVID-19, vi comunichiamo di seguito le indicazioni della Diocesi per quanto riguarda i servizi e le attività Caritas.

1) Centri di ascolto e centri di distribuzione, se ritenete di mantenere aperto lo sportello di ascolto e di distribuzione, le persone dovranno entrare uno alla volta, evitare qualsiasi contatto fisico (stretta di mano etc.), rispettare il metro di distanza, lavarsi le mani, areare i locali, usare disinfettante per igienizzare tavoli e sedie. Le persone in attesa devono aspettare fuori dai locali, ma senza creare una coda (si consiglia un dispenser per elimina code).

I CdA e CdD che hanno sede negli oratori vanno chiusi.

In alternativa all’apertura e per essere comunque vicini alle persone, può essere utile mettere a disposizione un numero di telefono e delle fasce orarie per gestire eventuali emergenze; dare le borse della spesa alle famiglie che sapete avere estremo bisogno, organizzando delle consegne su appuntamento. Da evitare più possibile gli spostamenti e le eventuali consegne a domicilio.

2) Accoglienze, mense e servizi docce…etc. Nei servizi diocesani a favore di persone senza dimora abbiamo adottato le seguenti misure:

a) Accoglienze notturne. Nessun nuovo ingresso fino al 3 aprile. Rimangono in accoglienza le persone attualmente ospiti con la misurazione in ingresso della temperatura. Monitoraggio per il rispetto delle norme igieniche per gli spazi comuni;

b) Mensa. Resterà chiusa. In alternativa al pasto caldo si provvederà alla distribuzione di cestini con attenzione al rispetto della distanza di sicurezza nel caso di coda. Il pasto deve essere consumato fuori dall’area di pertinenza di Caritas.

c) Servizi: lavanderia, docce …etc. La lavanderia resterà chiusa. Il servizio doccia, considerato necessario a tutela dell’igiene del singolo e pubblica, resterà aperta con rispetto delle dovute precauzioni: distanza di un metro, evitare la coda, e ad ogni doccia va igienizzato il luogo utilizzato.

3) Vanno sospesi tutti gli incontri nel territorio fino al 3 aprile, poiché sono da evitare situazioni di aggregazione, seppur in piccoli gruppi, se non strettamente necessari.

Vi chiediamo di diffondere quanto più possibile queste indicazioni ai referenti dei servizi presenti nelle parrocchie.

Metteremo tali indicazioni nel sito di Caritas Tarvisina, vi chiediamo cortesemente di rispettarle e di seguire nel sito gli aggiornamenti. http://www.caritastarvisina.it/

Restiamo a disposizione al numero del centralino di Caritas Tarvisina 0422 546585 negli orari di ufficio.

Confidiamo nel Vostro buon senso e piena collaborazione.

Un caro saluto!

don Mario Salviato

Vic. coordinamento Pastorale diocesana



articoli correlati

Parole di fratellanza dalla Caritas Kindu a seguito della pandemia da COVID-19

Cari fratelli e sorelle, La pandemia del virus COVlD-19 che ha imperversato e scosso il mondo intero, in particolare l’Occidente, costituisce una seria minaccia per tutta l’umanità. Ha colpito diverse aree della vita causando enormi danni sociali ed economici. Ha scatenato il pianto in tutti i continenti prendendo migliaia di persone e ha rovinato l’economia

COVID-19: nuovo monitoraggio Caritas su povertà e risposte ai bisogni

Il 2 luglio di 49 anni fa, fortemente voluta da San Paolo VI, nasceva Caritas Italiana. In questi decenni ha sempre cercato, in fedeltà al mandato ricevuto, di essere – come ha sottolineato papa Francesco in occasione del 45° – “stimolo e anima perché la comunità tutta cresca nella carità e sappia trovare strade sempre nuove per farsi vicina

NOTA CARITAS DIOCESANA SUGLI INDUMENTI USATI

Premessa La raccolta degli indumenti usati e la distribuzione alle persone in difficoltà è stato uno dei primi servizi che si è strutturato nelle caritas parrocchiali e anche nella Caritas Diocesana. La Caritas Diocesana ha raccolto gli indumenti usati attraverso delle raccolte straordinarie a livello diocesano e attraverso i cassonetti gialli dislocati nel territorio. Il

We the Syrians: Proposta di Pace per la Siria

La Proposta di Pace “Noi siriani” è il risultato di anni di lavoro delle comunità di rifugiati siriani nel nord del Libano e in tutto il mondo, di civili che non appartengono a fazioni politiche e credono ancora in mezzi nonviolenti per porre fine alla guerra in Siria e tornare alle loro case. Il nostro