INONDAZIONI IN INDIA - CARITAS TARVISINA

INONDAZIONI IN INDIA

Ancora una volta pesanti piogge del mese di novembre nel Sud dell’India hanno causato inondazioni e smottamenti negli stati di Tamil Nadu. Sono scattati i soccorsi da parte del governo e la protezione civile, ma purtroppo non se ne parla molto in Europa.

Almeno 60 persone sono morte a causa del maltempo che da alcuni giorni sta flagellando il Tamil Nadu, nell’estremo sud-est dell’India. Le forti piogge monsoniche hanno causato inondazioni e allagamenti bloccando parte del capoluogo di Chennai. In particolare, si sono registrati straripamenti nelle aree di Ambattur e Tambaram. Sono stati tratti in salvo circa 80 residenti con l’aiuto di barche.

Le immagini mostrano alberi sdradicati, auto sommerse e persone tratte in salvo sui gommoni. Nel frattempo si è subito attivata la protezione civile di Chennai, aprendo centri di primo soccorso e campi medici in tutta la città, e ha iniziato a distribuire cibo e acqua alle vittime delle inondazioni. I più colpiti sono le persone più povere della città.

E’ stato Padre Albert Thambidurai a mandarci questi due filmati che mostrano il disastro.

Caritas Italiana, da anni impegnata in India, è in costante contatto con Caritas India ed è pronta a sostenere gli interventi attivati.


Ultime notizie

Rapporto “Dentro il Welfare che cambia”

Il rapporto “Dentro il Welfare che cambia. 50 anni di Caritas, al servizio dei poveri e della Chiesa”, realizzato in circa due anni di lavoro, raccoglie e sistematizza una notevole quantità di materiale analitico, documentale, narrativo, statistico su quanto Caritas Italiana, insieme alle Caritas diocesane, ha svolto in Italia e a livello internazionale, al servizio della Chiesa

EMERGENZA UCRAINA: il nostro impegno

L’impegno della Caritas diocesana e il modello di accoglienza di comunità proposto nel nostro territorio (aggiornamento 07/07/22)   CONTATTI Telefono dedicato 345 58 32 774 (da lunedì a venerdì, dalle 8:30 alle 14) emergenzaucraina@diocesitreviso.it   ACCOGLIENZA Caritas Tarvisina è coinvolta nell’accoglienza dei profughi ucraini nel nostro territorio in collaborazione con la Prefettura di Treviso e

Accoglienze cittadini ucraini: non spegniamo la solidarietà

ACCOGLIENZE: NON SPEGNIAMO LA SOLIDARIETÀ L’appello del Papa e del Card. Zuppi ad accelerare le procedure e sbloccare le risorse per accogliere i cittadini ucraini Nel giorno in cui si celebra San Benedetto, co-patrono d’Europa, il Card. Zuppi ha fatto sue le parole di Papa Francesco all’Angelus: “Che Dio mostri la strada per porre fine

Prosegue l’accoglienza dei cittadini ucraini

Alcuni hanno scelto di fare ritorno in patria. Nel progetto Caritas sono attualmente 142 le persone accolte, tra cui 66 minori. Sono soprattutto donne con figli. L’estate servirà a capire, con incontri mirati, se il loro futuro sarà nel nostro Paese Sono 144.838 le persone in fuga dal conflitto in Ucraina arrivate finora in Italia,