Parole di fratellanza dalla Caritas Kindu a seguito della pandemia da COVID-19 - CARITAS TARVISINA

Parole di fratellanza dalla Caritas Kindu a seguito della pandemia da COVID-19

Cari fratelli e sorelle,
La pandemia del virus COVlD-19 che ha imperversato e scosso il mondo intero, in particolare l’Occidente, costituisce una seria minaccia per tutta l’umanità. Ha colpito diverse aree della vita causando enormi danni sociali ed economici. Ha scatenato il pianto in tutti i continenti prendendo migliaia di persone e ha rovinato l’economia degli stati e le organizzazioni umanitarie. Ha imposto il confinamento delle città. Ha paralizzato tutti i tessuti socioeconomici: chiese e servizi / uffici, causando un riversamento di tutti i bisogni su Caritas nazionale e diocesana.

In un momento in cui la situazione relativa alla diffusione della pandemia sembra essere sotto controllo con la riduzione del numero di nuovi casi, Caritas-Kindu desidera comunicarvi la propria vicinanza e farvi sapere che vi porta nelle sue umili preghiere.
In questo momento di progressivo deconfinamento delle città e di ripresa di attività o servizi, desideriamo incoraggiarvi fortemente a impegnarvi per raccogliere la sfida  di questo tempo e vincere questa scommessa sulla eradicazione totale e completa di questa pandemia in tutto il mondo, in particolare in Africa, dove è ancora in atto una furia, per salvare vite umane in pericolo.

Speriamo che giunga questo messaggio di compassione e conforto alle persone e alle comunità colpite, insieme al pensiero verso tutte le persone che sono morte a seguito di questa pandemia.
Come tante altre organizzazioni, anche Caritas-Développement Kindu si impegna a rispondere a questo flagello globale sensibilizzando la popolazione sulle misure di contenimento contro la diffusione del covid-19. Abbiamo portato avanti un servizio minimo in ufficio e svolto alcune attività di progetto sul campo che non hanno richiesto la compresenza di oltre 20 persone, limite imposto dalle direttive del governo congolese.

Sperando che voi, con i vostri colleghi e famiglie tutte siate al sicuro dopo questa catastrofe globale per la salute umanitaria, Caritas Kindu ringrazia Dio e implora tutte le benedizioni divine su di voi. Possa la Vergine Maria, la Consolatrice degli afflitti e la Madonna del conforto, intercedere per tutti voi.


Ultime notizie

Rifugiati, richiedenti asilo, sfollati interni.

  Questa immagine, ripresa dal dossier di Caritas Italiana, sulla situazione degli sfollati in Iraq, richiama una situazione di estrema vulnerabilità in questo territorio. Uniti insieme, rifugiati, richiedenti asilo e sfollati interni, compresi donne e bambini, sono quasi 80 milioni. Una cifra esorbitante, simbolo di quanta fragilità porta con sé il pianeta. Tuttavia, sono una moltitudine

Un saluto a due amici della Chiesa sorella del Togo.

Come Caritas della Diocesi di Treviso, desideriamo esprimere la nostra vicinanza con le più sentite preghiere alla Chiesa sorella della Diocesi di Kara, in Togo. Salutiamo Assoty Pierre e il reverendo Père Sonta Baméla Dieudonné che tornano alla Casa del Padre lasciando i nostri cuori sgomenti ma fiduciosi in Dio. Il Signore li accolga nella

Preoccupazione per la situazione politica in Mali

Questi sono giorni delicati per lo Stato del Mali e in particolare per la città di Bamakò: uno sguardo verso quella che è per noi anche una Chiesa Sorella, che non entra nei riflettori dei nostri quotidiani ma che non può passare in sordina. Il Mali sta vivendo una grave crisi politica e sociale, sfociata

COVID-19: nuovo monitoraggio Caritas su povertà e risposte ai bisogni

Il 2 luglio di 49 anni fa, fortemente voluta da San Paolo VI, nasceva Caritas Italiana. In questi decenni ha sempre cercato, in fedeltà al mandato ricevuto, di essere – come ha sottolineato papa Francesco in occasione del 45° – “stimolo e anima perché la comunità tutta cresca nella carità e sappia trovare strade sempre nuove per farsi vicina