STA A NOI: aperti gli sportelli per il sostegno alle famiglie e alle imprese - CARITAS TARVISINA

STA A NOI: aperti gli sportelli per il sostegno alle famiglie e alle imprese

Aperti gli sportelli STA A NOI, per il sostegno alle famiglie in difficoltà e il microcredito alle imprese

 

L’iniziativa della Diocesi di Treviso per un “Fondo di comunità” e di “Microcredito per le imprese” è nata a sostegno delle famiglie e delle attività economiche che stanno maggiormente soffrendo per le conseguenze della pandemia. Dopo mesi di lavoro intensi aprono gli sportelli, ai quali è possibile rivolgersi tramite email.

 

FONDO DI COMUNITÀ PER LE FAMIGLIE

Destinato al sostegno delle famiglie il cui reddito è compromesso a causa della crisi legata alla pandemia, il progetto prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto. I bisogni ai quali sarà possibile dare riposta sono: spese legate al fabbisogno alimentare; spese legate all’abitare: affitti, mutui, utenze; spese legate alla salute; alla mobilità: automobile, mezzi di trasporto; alla necessità di strumenti informatici per il lavoro e la scuola.

Gli sportelli sono i punti di accesso per la raccolta delle richieste, localizzati in cinque punti della Diocesi, tramite i volontari (“operatori fiduciari”) e in collaborazione con le “famiglie-sentinella”, che nel territorio intercettano e orientano le famiglie in difficoltà verso gli sportelli.

Saranno 5 gli sportelli dedicati alle famiglie:

AREA PEDEMONTANA – Sportello presso Centro parrocchiale
SAN GAETANO di MONTEBELLUNA
Via Sottoportico 1 – Montebelluna (TV)
fondopedemontana@diocesitreviso.it

AREA CASTELLANA – Sportello presso locali parrocchia
SAN MARTINO VESCOVO – VEDELAGO
Via G. Marconi, 3 – Vedelago (TV) (parcheggio Piazza Martiri fronte chiesa)
fondocastellana@diocesitreviso.it

AREA MIRANESE – Sportello presso Consorzio Cooperative Sociali
“CASA DELLA SOLIDARIETÀ” – MAERNE
Via Ca’ Rossa, 16 – Maerne di Martellago (VE)
fondomiranese@diocesitreviso.it

AREA SANDONATESE – Sportello presso Centro Pastorale parrocchiale
SAN GIUSEPPE LAVORATORE – SAN DONÀ
Via Canova, 58 – San Donà di Piave (VE)
fondosandonatese@diocesitreviso.it

AREA TREVISO – Sportello presso Oratorio parrocchiale
SANTA MARIA DEL ROVERE – TREVISO
Viale Brigata Treviso, 25 -Treviso (parcheggio fronte chiesa, V.le Brigata Treviso, 22)
fondotreviso@diocesitreviso.it

MICROCREDITO PER LE IMPRESE

Dal 26 aprile, invece, le imprese potranno richiedere un incontro per accedere al microcredito dedicato a loro. Ci sarà un form online (COMPILA DA QUESTO LINK), disponibile sia sul sito della Diocesi sia sul sito di Caritas, nel quale indicare alcune informazioni di base.

I destinatari sono le micro-imprese in difficoltà con sede o attive nel territorio della Diocesi. Il progetto, in collaborazione con Banca Etica e PerMicro, consente, attraverso un percorso di accompagnamento, di ricevere l’erogazione di un microcredito restituibile in massimo 72 rate. Il finanziamento può essere utilizzato per: acquisto di merce, acquisto di attrezzature e/o arredi, liquidità.

Lo sportello sarà inizialmente unico per tutto il territorio:

SPORTELLO presso la sede
della CARITAS di TREVISO
Via Venier 50 – Treviso
(di fronte al parcheggio Dal Negro)
microcreditoimprese@diocesitreviso.it

I volontari (“operatori fiduciari”) sono le prime persone che l’imprenditore incontra, hanno quindi l’importante compito di accogliere e dare speranza. Insieme all’imprenditore verrà condiviso un percorso di accompagnamento che prevede anche il coinvolgimento di esperti/tutor che mediante la loro professionalità possono dare un orientamento e una consulenza rispetto all’andamento dell’attività e anche quali azioni di miglioramento si possono attuare.

 

CONTO CORRENTE DEDICATO PER SOSTENERE “STA A NOI”

Si parte con una dotazione, assicurata dalla Diocesi, di 550 mila euro per le famiglie, derivanti soprattutto dai fondi dell’8 per mille. Tutti, infatti, singoli, famiglie, imprese che non hanno visto il proprio reddito compromesso dalla crisi, sono invitati a contribuire a un grande progetto di solidarietà e condivisione, a favore di chi, invece, a causa della pandemia, ha dovuto interrompere le sue attività sia di lavoro dipendente sia imprenditoriali.

Per sostenere il progetto con le proprie offerte, è aperto un conto corrente dedicato presso Banca Etica, intestato all’associazione Servitium, che fa capo alla Caritas diocesana.

Conto corrente intestato ad Associazione ”Servitium Emiliani Onlus”
IBAN IT19L0501812000000017039181
presso Banca Etica
causale: offerta progetto Fondo di Comunità

 

 

ALTRE INFORMAZIONI RELATIVE AL FONDO: LEGGI QUI
LA LOCANDINA CON IL DETTAGLIO DEGLI SPORTELLI: SCARICA QUI


Ultime notizie

Festa del Grazie

Sabato 12 giugno la Casa della Carità si è riempita di gratitudine, durante la Festa del Grazie. La giornata è un’occasione di preghiera e convivialità dedicata a ringraziare il servizio dei tanti volontari che prestano servizio in questa Casa, che si sentono parte di Caritas. È stato un anno in cui ci siamo rimessi in

Una vita da rifugiati: il conflitto israelo-palestinese

In occassione della Giornata mondiale del Rifugiato (20 giugno 2021) Caritas Italiana pubblica il suo 68° Dossier con Dati e Testimonianze (DDT) “Una vita da rifugiati. Il conflitto israelo-palestinese e la tragedia di un popolo esule” (.pdf). L’obiettivo del Dossier è di prestare attenzione alla situazione dei tanti costretti da violenza o disastri naturali a lasciare

Pranzo multiculturale “Alla tavola di Abramo”

Sabato 19 giugno si è vissuto, in Casa della Carità, l’evento della 17ª edizione del Festival Biblico “Siete tutti fratelli” (Mt 23,8) ALLA TAVOLA DI ABRAMO. Un pranzo multiculturale all’insegna dell’accoglienza e della fraternità tra le culture e le religioni; hanno partecipato 65 persone, tra cui ospiti della Casa, persone di altre culture e varie religioni,

Sostegno alle spese sanitarie in R.D. Congo

Nell’ultimo mese Caritas Tarvisina ha mandato una donazione di 2000 euro alla Diocesi di Bondo (Repubblica Democratica del Congo). L’offerta ha permesso di acquistare materassi nuovi per l’ospedale “Ntongo Etani”, il quale aveva ricevuto dalla Caritas un contributo per la sua costruzione nel 2010-2013. Inoltre l’auto è arrivato anche alla città di Kisanganì, in particolare