Missione in Togo settembre/ottobre 2017 - CARITAS TARVISINA

Missione in Togo settembre/ottobre 2017

 

La missione si è svolta dal 20 settembre al 17 ottobre 2017.

Dall’avvio del progetto nel 2012 ad oggi la priorità di azione è stata rivolta alla costituzione di un gruppo di coordinamento e all’avvio dell’attività agricola come fonte di sostentamento economico per il futuro della casa di accoglienza. Queste due priorità hanno richiesto un paziente lavoro comunitario e uno sforzo anche economico per muovere i primi passi nella produzione agricola garantendo l’attuale indipendenza energetica (tramite un impianto fotovoltaico) e idrica (tramite la realizzazione di due pozzi). Attualmente siamo entrati in una nuova fase progettuale che in continuità con le azioni fin qui messe in atto è finalizzata all’avvio dell’azione sociale rivolta ai bambini di strada presenti nel territorio della parrocchia di Niamtougou. Nell’evoluzione del progetto, nato dall’esigenza della comunità parrocchiale di dare una risposta strutturata e continuativa a quei bambini che, per vari motivi, si ritrovano a vivere per strada, si è presentata la necessità di dare vita ad una associazione locale per ottenere quel riconoscimento istituzionale necessario per avviare l’attività di supporto ai minori. Da circa un anno quindi, è stata costituita per la gestione del progetto l’associazione ACEDTT (Action Chrétienne pour l’Enfant en Difficulté – Tourmolga Treviso) che è aperta a tutti e rappresenta lo strumento operativo per proseguire il lavoro in collaborazione con le realtà locali.

 

Missione Togo - settembre/ottobre 2017

 

RISORSE UMANE

La novità più rilevante, frutto del discernimento comunitario di questo tempo, è stata la decisione di costituire un’équipe di lavoro stabile e retribuita. I contratti stipulati sono della durata di 6 mesi rinnovabili per altri 6 in modo di avere la possibilità di sperimentare per un anno questa formula organizzativa e valutarne l’efficacia.

La squadra di lavoro è così composta:

– Richard: ha il ruolo di coordinare e supervisionare l’andamento del gruppo di lavoro. Supporta con le sue competenze in campo giuridico l’attività di tutela dei minori.

– Marie: è la referente per l’ambito sociale. Coordina le attività rivolte ai bambini di strada.

– Claire: affianca Marie nel lavoro con i bambini e cura la gestione i flussi quotidiani di cassa in collaborazione con il tesoriere dell’associazione.

– Daniel: assicura la presenza quotidiana e notturna con compito di guardiano. Lavora nella produzione agricola e nell’allevamento di polli e tacchini.

– Basil: ha la responsabilità dell’attività di orticoltura e garantisce la presenza quotidiana.

– Justine e Marie: hanno il compito di preparare i pasti nelle giornate di attività con i bambini e si occuperanno dell’allevamento di suini.

– Jacques: è il segretario dell’associazione, convoca le riunioni e redige i verbali.

 

Questo gruppo di lavoro si confronta periodicamente con don Francis, che è il referente del progetto e attuale direttore della Caritas della diocesi di Kara, e con i membri dell’associazione che mantengono la supervisione delle attività e orientano le scelte di sviluppo della progettualità nel suo complesso. A questa “cabina di regia” si affianca la nostra Caritas diocesana di Treviso che, oltre ad un ruolo di finanziamento, contribuisce alla riflessione e al coordinamento delle attività e alla pianificazione del lavoro.

 

ATTIVITÁ

Si è dato avvio al cantiere per la realizzazione di alcuni spazi dedicati ai bambini e all’associazione. Sono in fase di completamento una struttura con ufficio per l’associazione e alcune stanze per ospitalità, un magazzino con cucina per le attività mensili con i bambini, delle toilette e docce. L’impegno attualmente è quello di far vivere con maggior frequenza gli spazi dedicati al progetto in modo da rafforzare il rapporto di fiducia con i bambini e dare più visibilità a questa problematica all’interno della comunità.

Il lavoro di accompagnamento dei minori in questa fase comporta il monitoraggio serale nella zona del mercato per individuare quanti dormono fuori, ricostruire la situazione di ciascuno e, là dove possibile, incontrare le famiglie per raccogliere tutti gli elementi utili e strutturare la modalità di accompagnamento migliore. Obiettivo di quest’anno è dare una cadenza quindicinale agli incontri in plenaria con il gruppo di circa 16 bambini presenti ad oggi e realizzare la struttura di accoglienza dedicata.


Ultime notizie

Progetto “Pozzi in Togo”: ringraziamento e sostegno

Vi riportiamo, di seguito, la lettera, le foto e i video che abbiamo ricevuto da padre don Francis Barandao per ringraziare delle numerose e generose donazioni che sono arrivate per assicurare l’acqua in diversi villaggi del Togo. La tua donazione, oltre che essere importante per sostenere queste persone, rappresenta, per noi, un segno tangibile di

Rapporto nazionale Caritas sul volontariato

Presentato oggi il secondo Rapporto nazionale Caritas sul volontariato. La presentazione è avvenuta a Roma, nel contesto dell’incontro dei referenti diocesani Caritas del volontariato: un evento in linea con gli obiettivi strategici per il quinquennio 2023-2027, che prevedono “un’attenzione specifica al volontariato e all’educazione al servizio”. Caritas Italiana, sin dall’indagine sul volontariato promossa nel 2023,

Venite e Vedrete 2024: sogno di Dio

di don Bruno Baratto, coordinatore ad interim di Caritas Tarvisina “Venite e vedrete!” dice Gesù in Gv 1,39 ai primi due che desiderano sapere chi Lui sia. Ormai da nove anni Caritas Tarvisina ha ripreso questo invito per la giornata in cui apre le porte della Casa della Carità a chi voglia conoscere di prima

Il Bilancio 2023: la speranza è un cammino fatto insieme

Educazione alla pace, accoglienza, promozione umana e giustizia sociale alcuni dei capitoli del documento. “E’ urgente ritrovare l’ampio respiro di sognare e lottare per un mondo migliore. Non da soli, ma insieme, ritrovando la dimensione del «noi»”. Il racconto di un anno intenso, particolare, quello che emerge dalle pagine del Bilancio Sociale 2023 della nostra