Raccolti 54.000€ a sostegno dei fratelli più bisognosi! - CARITAS TARVISINA

Raccolti 54.000€ a sostegno dei fratelli più bisognosi!

CAMPAGNA “NATALE CON CARITAS”

Raccolti circa 54.000 euro a sostegno dei fratelli più bisognosi.

Sono passate ormai alcune settimane dal periodo natalizio, ma finalmente e con gioia pubblichiamo il resoconto della campagna “Natale con Caritas”. La risposta è stata molto positiva, infatti sono stati raccolti circa 54.000 euro: più di 19.700 euro per la mensa della Casa della Carità e più di 18.200 euro per il progetto Arka in Serbia. Nel frattempo non si è fermata la solidarietà verso i fratelli più colpiti dalla pandemia e sono stati raccolti anche più di 15.700 euro per “Il futuro dei poveri”, per poter riaccendere una luce di speranza sul loro futuro.

Riteniamo importante segnalare come alcune realtà istituzionali e imprenditoriali, come ad esempio i 185 uffici Poste Italiane della Provincia di Treviso, hanno scelto di augurare un Buon Natale ai propri dipendenti con una donazione a sostegno delle attività della Caritas Tarvisina.

Il contributo raccolto per la Casa della Carità aiuterà a sostenere i costi della mensa Caritas per circa 4 mesi dell’anno. Il servizio è aperto 365 giorni all’anno e, in questo periodo, ospitiamo ogni sera circa 40 persone. I pasti vengono preparati dai volontari della Casa della Carità, che dedicano con costanza e impegno il proprio tempo e le proprie competenze in questo servizio, anche nel periodo di pandemia. Quando le forze dei volontari non sono sufficienti, ordiniamo i pasti ad un catering, ma sono sempre i volontari ad occuparsi della gestione del servizio e della somministrazione delle cene.

Anche grazie a queste donazioni, nel corso del 2021, prenderà avvio il sogno di costruzione di un centro polifunzionale di accoglienza e formazione in Serbia, che coinvolgerà attivamente persone con disagio mentale. Caritas Tarvisina sostiene il progetto ARKA di Caritas Valjevo e dell’Associazione Zracak. Grazie all’avvio dell’impresa sociale e alla terapia occupazionale si potrà lavorare a livello individuale con le persone impiegate, promuovendo la loro riabilitazione. Inoltre, l’aiuto dato alle persone disabili contribuisce anche in maniera importante a sostenere le loro famiglie. Abbiamo l’ambizione di raccogliere, nei prossimi mesi, da parrocchie e privati, 100.000 euro per sostenere la nostra Chiesa Sorella e questo loro sogno.

Non potremmo fare tutto questo senza il contributo di tutte le persone che hanno deciso di sostenerci con le loro donazioni. GRAZIE a nome di tutta la Caritas diocesana.

 


Ultime notizie

Sostegno alla Casa della Carità

Sostieni la Casa della Carità! La tua donazione diventerà un pasto caldo, un riparo per la notte, una doccia, ascolto e accoglienza per le persone senza fissa dimora Tra tutti i dati riportati nel Bilancio Sociale 2023 (leggi / scarica da QUI) uno dei più rilevanti è il considerevole aumento di accessi ad alcuni servizi

Benedizione e Bellezza 2024

B&B Benedizione&Bellezza – Iniziativa della Pastorale Giovanile e Caritas Tarvisina per l’estate 2024 B&B, “Benedizione&Bellezza”, è un’esperienza di vita fraterna assieme ad altri giovani amici e ai fratelli più poveri ospitati in Casa della Carità a Treviso. Tre giorni per abitare un tempo e uno spazio con i fratelli senza fissa dimora, per illuminarci di

Emergenza terremoto Marocco (aggiornamento maggio 2024)

La regione di Marrakech è stata devastata nella notte di venerdì  8 settembre 2023 da una forte scossa di terremoto (magnitudo 6.8 della scala Richter). A sette mesi dal sisma la maggior parte delle famiglie colpite vive ancora in rifugi temporanei, mentre si assiste a un significativo calo degli aiuti, anche quelli governativi. La popolazione

Terra Santa – emergenza Medioriente (aggiornamento aprile 2024)

Questa nuova drammatica fase del pluridecennale conflitto israelo-paestinese, innescata il 7 ottobre dall’attacco terroristico di Hamas, ha raggiunto proporzioni immani, con violenze inaccettabili non solo a Gaza e in Israele, ma in tutta la Cisgiordania e in Libano. La tensione è ormai altissima in tutta la regione, con episodi bellici e terroristici in Siria, Iran,