Microcredito

numeri microcredit-01Il microcredito diffuso in Italia a partire dagli anni 2000, consente alle persone in difficoltà economica e prive di garanzia patrimoniale (i cosiddetti soggetti non bancabili) di avere accesso al credito, per lo più attraverso l’intermediazione delle banche. Così come a livello nazionale anche in ambito Caritas si sono sviluppate due diverse forme di credito: quello a favore delle famiglie e quello per le imprese. I crediti per famiglie sono pensati come progetti responsabilizzanti che prevedono la restituzione del prestito attraverso piccole rate mensili che solitamente tengono conto della situazione di difficoltà vissuta dalla famiglia. Le diocesi che dispongono di tali progettualità risultano oggi 131; rispetto all’ultimo monitoraggio si registra un lieve calo (erano infatti 135).

   In Caritas Tarvisina il microcredito è stato avviato nel 2009 come progetto “Granello di Senape” ed è rivolto alle famiglie. Nel tempo si sono strutturati nel territorio della Diocesi n. 6 sportelli all’interno dei CDA di Castelfranco Veneto, Mirano, Montebelluna, Paese, San Donà di Piave e Treviso coinvolgendo circa 30 volontari. Il progetto vede la collaborazione degli istituti di credito cooperativo presenti nel territorio della Diocesi di Treviso, quali Credito Trevigiano, Banca della Marca, Banca di Monastier e del Sile, Banca di Romano e S. Caterina, Banca Santo Stefano, Banca del Veneziano, Banca delle Prealpi, Banca di Marcon e Centromarca Banca che condividono un fondo di garanzia comune.

Nel corso del 2015 il progetto non ha avuto sviluppi particolari rispetto all’anno precedente infatti, come si può evidenziare nella tabella n.1, l’andamento degli ascolti è in linea con quello dell’anno precedente e anche il numero dei prestiti concessi è pressoché rimasto invariato.

ripartizione sociologica-01L’elemento di variazione rispetto agli anni precedenti è la motivazione per cui le persone richiedono il prestito. Se osserviamo la tabella n.2 emerge in modo significativo che le spese inerenti la casa sono quelle più incombenti e che le famiglie difficilmente riescono a farvi fronte, quali: affitti, fatture per utenze e spese condominiali. Continuando l’analisi si sottolinea che la maggioranza delle famiglie richiedenti sono italiane, come diversamente si potrebbe pensare e come è spesso socialmente percepito.

La tabella n. 3 mette in evidenza l’esposizione di ciascuna banca che co-finanzia il progetto, in relazione a come si distribuiscono di volta in volta i prestiti tra i vari istituti di credito, secondo le indicazioni dei richiedenti o per vicinanza alla filiale della BCC aderente al progetto.

Un altro dato da segnalare è la positiva sostenibilità dei prestiti da parte dei nuclei richiedenti, elemento che si evince analizzando le perdite e le situazioni a rischio: a dicembre 2015 i prestiti in essere sono stati 92 e soltanto 13 presentavano delle rate arretrate, che non presentava però rischio di perdita.

motivi richiesta-01

Situazione dei prestiti in essere al 30 settembre 2016

 

    N POSIZIONI IN ESSERE     IMPORTO FINANZIATO     DEBITO RESIDUO     N° POSIZIONI CON RATE 

  ARRETRATE

Banca della Marca CC Soc.Coop.

10

22.460,00

11.470,93

2

Banca di Monastier e del Sile CC Soc.Coop.

6

13.755,00

7.385,02

3

Banca di Romano e S.Caterina CC (Vi) Soc.Coop.

0

0,00

0,00

0

Banca Santo Stefano CC Martellago (Ve) Soc.Coop.

3

8.500,00

3.677,83

0

BCC del Veneziano Soc.Coop.

1

2.000,00

1.771,72

0

BCC delle Prealpi Soc.Coop.

1

2.415,00

138,00

0

BCC di Marcon (Ve) Soc.Coop.

0

0,00

0,00

0

Centromarca Banca CC Soc.Coop.

17

42.483,50

20.214,84

0

Credito Trevigiano BCC Soc.Coop.

31

74.343,43

41.893,05

4

TOTALE

69

165.956,93

86.551,39

9

 

Banche partner del progetto

Credito Trevigiano BCC Soc.Coop. 

Banca di Monastier e del Sile CC Soc.Coop. 

Centromarca Banca CC Soc.Coop.         

Banca della Marca CC Soc.Coop.     

Banca Santo Stefano CC Martellago (Ve) Soc.Coop. 

BCC delle Prealpi Soc.Coop.   

BCC di Marcon (Ve) Soc.Coop.  

Bassano Banca – CC di Romano e Santa Caterina (Vi) Soc.Coop.   

BCC del Veneziano Soc.Coop.    

contatti box
Persone di contatto

 

Roberta Pavanetto

microcredito@diocesitv.it

0422 1578020