Accoglienza Maschile

Fino a tre anni fa nella città di Treviso vi erano solo quattro posti per l’emergenza notturna.

In seguito alla riflessione e alla scelta di Caritas Tarvisina di aprire le accoglienze (la prima delle quali è stata avviata l’11 novembre 2013), anche l’amministrazione comunale e altre realtà del territorio si sono adoperate per l’emergenza freddo.

Si è arrivati così ad avere una copertura quasi totale delle persone senza dimora nel periodo invernale, ma il problema permane per i restanti mesi dell’anno.

Il significato originario della parola “accogliere” è radunare, mettere insieme, ricevere qualcuno mostrandogli affetto. Accogliere è accorciare le distanze, mettere a proprio agio e dare pari dignità a chi ti sta davanti, significa porsi in atteggiamento empatico.

Significa entrare in una relazione fraterna.

L’obiettivo di questo servizio Caritas è soddisfare il bisogno primario dell’accoglienza notturna proponendo anche un percorso di accompagnamento alla persona.

In Casa della Carità è attiva l’accoglienza maschile, disposta su due piani per un totale di 18 posti letto.

Il servizio è rivolto a persone in forte marginalità, chi non ha dimora, chi esce dal carcere.

La struttura è aperta 365 giorni all’anno, dalle 19 alle 8 del giorno successivo.

Vi si accede dopo aver fatto un colloquio con un operatore del Centro di Ascolto che, valutata la situazione, può autorizzare una permanenza per due mesi.

Ogni 10 giorni ciascun ospite fa un colloquio con un operatore dedicato all’accompagnamento per verificare l’andamento della permanenza e fare un punto sul proprio percorso personale.

notizie

Emergenza Freddo: cronaca di un servizio

Domenica 8 gennaio ore 11.39, don Davide direttore della Caritas Tarvisina invia un messaggio ai suoi operatori: “L’emergenza freddo si sta facendo sentire. Sono necessarie delle misure straordinarie per 10-15 giorni. Per chi può oggi alle 17.30 farei un momento di confronto e strategia. Fatemi sapere. Grazie don Davide.” Ore 17.30 gli operatori disponibili sono

Sussidi per l’Avvento 2016

L’anno santo della Misericordia è stato un grande dono che continua ad esserci di stimolo e provocazione. Siamo chiamati ad essere sempre più una chiesa in uscita, capace di uscire fuori dalle paludi della mediocrità e delle ambiguità. L’appello a rendere generative le periferie dell’umanità di oggi ci chiede di uscire fuori. Come Caritas Diocesano

contatti box
Persone di contatto

 

Giorgia Da Pos

agape.caritas@diocesitv.it

0422 1578005