Libano Archivi - CARITAS TARVISINA

Libano: un anno dopo Caritas resta accanto alla popolazione

È passato un anno dal 4 agosto 2020, quando alle ore 18.08 una terribile esplosione avvenuta nel porto di Beirut, ha devastato il cuore della capitale libanese. 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, custodite nella zona commerciale del porto, sono deflagrate per ragioni ancora ignote. L’effetto è stato apocalittico, in una zona ampia, densamente popolata. Oltre

LIBANO: A UN MESE DALL’ESPLOSIONE CARITAS AMPLIA GLI INTERVENTI

A poco più di un mese dall’ esplosione che ha sconvolto la capitale libanese, il bilancio della catastrofe è terrificante: 200 morti, 300.000 sfollati, 6.500 feriti, 50.000 case danneggiate, 120 scuole colpite. La metà delle strutture sanitarie della città non funzionano e quelle attive sono messe a dura prova anche a causa della nuova impennata

CARITAS ATTIVA A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE DEL LIBANO

La Presidenza CEI mette a disposizione un milione di euro dai fondi 8×1000 I volontari di Caritas provenienti da diverse  regioni del Libano si mobilitano tutti per contribuire e aiutare gli sforzi di Caritas nelle squadre di terra. Cresce purtroppo il numero delle vittime a seguito della terribile esplosione che ha sconvolto la capitale libanese:

Emergenza Libano – Aggiornamento del 7 agosto 2020

AGGIORNAMENTO DEL 7 AGOSTO Nel pomeriggio di martedì 4 agosto, alle 18:08, una tremenda esplosione avvenuta nella zona portuale ha devastato Beirut facendo una strage: secondo un bilancio, inevitabilmente provvisorio, sarebbero oltre 150 le vittime, più di 5.000 i feriti e circa 100 i dispersi. La deflagrazione è avvenuta in un deposito nei pressi del

DA CARITAS CORDOGLIO E SOLIDARIETÀ ALLA POPOLAZIONE DEL LIBANO

Caritas Treviso insieme a  Caritas Italiana, esprime profondo cordoglio e solidarietà per la popolazione colpita dalla tremenda esplosione avvenuta nel pomeriggio di martedì 4 agosto nella zona portuale di Beirut facendo una strage. Secondo un bilancio, inevitabilmente provvisorio, le vittime sono più di 100 e oltre 4.000 i feriti. La deflagrazione è avvenuta in un