IL FUTURO DEI POVERI - CARITAS TARVISINA

IL FUTURO DEI POVERI

L’epoca che stiamo vivendo è per tutti un momento di grande preoccupazione e un’impegnativa prova di resilienza. Quello che ci preoccupa è soprattutto il futuro che apre degli scenari imprevedibili e porta con sé un generale senso di incertezza. Il nostro primo pensiero, come Chiesa di Treviso e come Caritas, va ai più fragili, a quanti, già vivendo ai margini della società, rischiano di ritrovarsi abbandonati. Facciamo appello al senso di comunità che ha da sempre caratterizzato il nostro territorio, sognando una stagione segnata dalla Carità e non dall’individualismo. Per questo motivo chiediamo il vostro sostegno per continuare come e più di prima a prenderci cura di quanti verranno a bussare alla nostra porta, perché avranno perso il lavoro, la casa, la speranza. Aiutaci a riaccendere una luce di speranza sul futuro dei poveri. 


Ultime notizie

Gli anticorpi dell solidarietà

Il nuovo rapporto di Caritas Italiana dal titolo “Gli anticorpi della solidarietà” (.pdf), pubblicato in occasione della Giornata mondiale di contrasto alla povertà del 17 ottobre, cerca di restituire una fotografia dei gravi effetti economici e sociali dell’attuale crisi sanitaria legata alla pandemia da Covid-19. I dati della statistica pubblica definiscono lo scenario entro il quale ci muoviamo:

Caritas e Banca Etica uniscono le forze!

Banca Etica e Caritas: nuove sinergie per rispondere ai bisogni dei più fragili L’accordo punta all’inclusione finanziaria e sociale grazie alla microfinanza in partnership con PerMicro Ecco i primi strumenti definiti da Banca Etica e Caritas Italiana per rafforzare una collaborazione che dura da oltre 20 anni: Banca Etica promuove e sostiene iniziative di educazione

Dacci oggi il nostro pane quotidiano: focus sulla mobilità umana

In occasione della Giornata del Migrante e del Rifugiato, la mobilità umana è il nuovo focus della Campagna Caritas-FOCSIV. Un fenomeno che ha molti volti, tra cui quello spesso poco considerato  dei cosiddetti sfollati interni. È proprio a loro che è dedicato in particolare il Messaggio di Papa Francesco in occasione della 106a Giornata del Migrante e